TAB SOCI LATERALE
Sapzio Soci_lan
facebook_lan
 
Intestazione

News

 
24/10/2012 Sociale
Dalle Bcc 8 defibrillatori per la Polizia di Stato
Una donazione utile a salvare molte vite umane. Ogni anno, in Italia, 73 mila decessi per morte cardiaca improvvisa

Otto innovativi defibrillatori, in grado di attivare la rianimazione cardiopolmonare in caso di arresto cardiaco. E di salvare, quindi, molte vite umane. È l’importante donazione fatta alla Polizia di Stato dalle Bcc della provincia di Udine che, seguendo i principi del Credito Cooperativo, hanno risposto ancora una volta alle necessità del territorio di appartenenza. Un’iniziativa importante che permetterà di rendere più efficaci gli interventi d’emergenza dei poliziotti, a beneficio delle persone in difficoltà e delle comunità locali. Si pensi che ogni anno, in Italia, si verificano 73 mila decessi per morte cardiaca improvvisa.

Protagoniste della donazione sono le Bcc di Basiliano, della Bassa Friulana, di Carnia e Gemonese, Credifriuli, di Fiumicello ed Aiello, del Friuli Centrale, di Manzano e di Udine. La consegna ufficiale delle apparecchiature sarà effettuata nei prossimi giorni.

«Le nostre banche, seguendo i principi che animano il Credito Cooperativo – sottolinea Giuseppe Graffi Brunoro, presidente della Federazione delle Bcc del Fvg – sono da sempre attente alla solidarietà e alle esigenze del territorio, per cui hanno accolto con calore la richiesta di sostegno giunta dalla Polizia di Stato udinese: siamo certi che questa collaborazione porterà benefici a tante persone, in particolare nei momenti di maggiore pericolo per la propria vita».

La Polizia di Stato di Udine ringrazia le Banche di credito cooperativo per la sensibilità dimostrata e la loro vicinanza alle istituzioni, l’utilizzo del prezioso oggetto consentirà agli uomini e alle donne della Questura di Udine impegnati sul territorio di operare per salvare persone in pericolo di vita, giungendo per primi in situazioni in cui, i brevissimi tempi di intervento, risultano fondamentali per la sopravvivenza della persona soccorsa.

I defibrillatori sono proprio apparecchiature salvavita compatibili con quelle in dotazione al Pronto Soccorso regionale, di utilizzo semplice e intuitivo, nonché in grado di individuare le anomalie nel battito cardiaco e di agire in maniera tempestiva sugli infortunati. Una volta collocate sui mezzi, grazie ai comandi vocali emessi, si dimostrano efficaci nell’iter di pronto intervento in caso di arresto cardiaco. Ciò consentirà agli operatori delle Volanti di intervenire anche nella primissima fase della rianimazione, in attesa dell’arrivo dei colleghi del 118, costruendo di fatto una collaborazione capace di salvare molte vite umane.

defibrillatori polizia di stato udine